News - Contec AQS News - Contec AQS

TUTTE LE NEWS

Real Estate, gestione sicurezza cantieri e contenimento COVID-19

La corretta gestione dei temi della Sicurezza sul Lavoro, rappresenta oggi nel settore del Real Estate, una gestione necessaria, attuata con metodo e conforme alle norme vigenti che continuano ad aggiornarsi in modo rapido per salvaguardare i lavoratori coinvolti nelle attività di manutenzione, i tenats e tutelare i soggetti esposti a responsabilità amministrative e penali. 

Infografica Cantieri Real Estate Contec AQS

Nella gestione degli interventi manutentivi degli immobili, ricopre un ruolo fondamentale la corretta applicazione della normativa della Sicurezza sul Lavoro.  

Le responsabilità di nominare le figure di legge previste dalla normativa di riferimento (coordinamento sicurezza cantieri Titolo IV – D.Lgs 81/08) ricadono in capo ai soggetti coinvolti nelle attività di organizzazione dei lavori che a seconda del ruolo e di specifiche deleghe in tema di sicurezza, possono essere: Dirigenti, Property Manager, Facility Manager, General Contractor. 

E’ bene precisare che nel Protocollo Cantieri del 11.06.20 si prescrive che “i committenti, attraverso il coordinatore della sicurezza, vigilano affinchè nei cantieri siano adottate le misure di sicurezza anti-contagio”. 

Quindi, in assenza di nomina del Coordinatore della sicurezza, l’obbligo di vigilanza e relative responsabilità ricadono sul committente dei lavori. 

Inoltre in questi mesi di pandemia, la normativa di riferimento richiede una duplice attenzione: l’applicazione della normativa della Sicurezza sul Lavoro, il già conosciuto D.Lgs. n.81/08 presente appunto in Italia dal 2008 e l’applicazione del Protocollo Sicurezza Cantieri definito dall’Allegato 13 del DPCM del 11.06.20 per il contenimento del rischio contagio del virus COVID-19. 

 
Nella gestione della sicurezza cantieri con l’applicazione del Protocollo COVID-19, nascono dei quesiti interessanti, come ad esempio: 

 

  • Qual è la corretta gestione del caso sospetto COVID durante la realizzazione del cantiere? Devono essere sospesi solo i lavoratori che hanno avuto un probabile contatto con il positivo? o tutti i lavoratori? 
  • In attesa dell’esito del tampone, le ulteriori attività delle altre imprese possono proseguire anche se hanno avuto contatti con il positivo o caso sospetto Covid? 

Le risposte a questi quesiti sono state ampiamente dibattute nell’ultimo webinar realizzato da Contec AQS, in cui sono state analizzate anche le responsabilità annesse ai soggetti coinvolti nella realizzazione dei lavori e Committenti. 

Contec AQS da sempre si occupa di coordinamento sicurezza cantieri, assumendo i ruoli di legge in cantieri di varia natura (direzionale, industriale, civile/residenziale), di qualsiasi dimensione (compresi masterplan di siti produttivi e non) in Italia e all’Estero. 
 

Per avere maggiori informazioni in merito ai servizi nel Real Estate contattaci. 

 

Fonte: Contec AQS – Area Real Estate


Contattaci per avere maggiori informazioni

La corretta gestione dei temi della Sicurezza sul Lavoro, rappresenta oggi nel settore del Real Estate, una gestione necessaria, attuata con metodo e conforme alle norme vigenti che continuan...

> Read more

Costruire un “modello di sicurezza”: ne parliamo con Contec Aqs

L’intervista rilasciata al magazine del Gruppo Pittini dai colleghi che quotidianamente sono impegnati nel coordinamento sicurezza cantieri all’interno degli stabilimenti produttivi.

modello sicurezza contec aqs

La sicurezza prima di tutto. Da quando abbiamo messo piede nel Gruppo Pittini abbiamo sentito ripetere questa frase continuamente da Leonardo Rizzani, direttore generale tecnico, e da tutti i vertici della società. Questa priorità il Gruppo l’ha sempre palesata in questi anni di collaborazione”. 

Si apre così l’intervista fatta a Contec AQS e pubblicata sul magazine interno del GruppoWe@Pittini” nell’edizione di Giugno 2020. 

Dal 2016, Contec AQS collabora con il Gruppo Pittini garantendo il coordinamento sicurezza nei cantieri di Osoppo, Verona, Potenza. Una partnership che si basa sulla competenza, sulla trasparenza e sulla massima fiducia reciproca, coinvolgendo anche tutti i collaboratori del Gruppo e quelli delle aziende esterne che prestano la loro professionalità all’interno dei cantieri. 

Sono queste le basi di quel “modello di sicurezza” che Contec AQS sta esportando in tutti gli stabilimenti del Gruppo e che continuerà ad essere fondamentale negli anni futuri.  

Per Marco Boscaro, il responsabile tecnico delle Acciaierie di Verona, la sicurezza è un processo in continuo aggiornamento tramite conoscenze e competenze specifiche.  

Una filosofia che il gruppo ha adottato a partire dal 2016 con lo sviluppo di un Masterplan delle Acciaierie di Verona. Questo iter, negli anni, ha creato un “modello di sicurezza” esportato anche agli altri stabilimenti di Potenza e Osoppo. 

Sicurezza e metodo: così la gestione del cantiere è diventata più snella e lineare” afferma Marco Fulgosi, project manager di Ferriere Nord Osoppo.  

Gestire un cantiere richiede un approccio sistematico sia nella fase di progettazione che in quella di esecuzione. Ma particolare attenzione va dedicata alla corretta gestione dei lavori in quotaPer limitare i rischi, questa richiede una pianificazione attenta e minuziosa, puntualizza Donato Martino, responsabile ufficio tecnico di Sidepotenza. 

Come enfatizza Marco Fulgosi, non si tratta solo del rispetto delle norme bensì di una sensibilizzazione alla “cultura della sicurezza sul lavoro”. Una coordinazione proattiva e una gestione delle problematiche immediata, sviluppa efficiente organizzazione del lavoro con la conseguente limitazione delle interferenze. 

Il rapporto tra il Gruppo Pittini e Contec AQS non si configura come una collaborazione standard “cliente/fornitore” ma una vera e propria partnership basata su rapporto di mutua fiducia tra collaboratori. In questo contesto si colloca la consapevolezza del committente nel garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori in conformità al Titolo IV del D. Lgs. n. 81/2008 che non è solo un obbligo di legge, ma uno stile lavorativooltre a prevenire e proteggere, crea valore aggiunto e cultura della sicurezza. Contec AQS da anni lavora in questa direzione con l’obiettivo finale di tutelare il committente Datore di Lavoro. 

 

Leggi : We@pittini: Intervista Integrale a ContecAQS

 


Contattaci per avere maggiori informazioni

L’intervista rilasciata al magazine del Gruppo Pittini dai colleghi che quotidianamente sono impegnati nel coordinamento sicurezza cantieri all’interno ...

> Read more

DMS: EU-OSHA pubblica nuovi strumenti per la Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri

EU-OSHA, agenzia d’informazione dell’Unione europea nel campo della sicurezza e della salute sul lavoro, ha dedicato la campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2020–2022 alla prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici (DMS) lavoro-correlati, al motto di “Alleggeriamo il carico!”.

I DMS in Europa continuano a essere uno dei problemi di salute lavoro-correlati più ricorrenti – ne abbiamo parlato anche qui – per questo è necessaria un’attività intensa di sensibilizzazione in merito alla loro prevenzione.

Analizzando i fattori di rischio più comuni causa di DMS si riportano: i rischi connessi alla postura mantenuta, l’esposizione a movimenti ripetitivi o posizioni faticose e dolorose e la movimentazione o il sollevamento di carichi pesanti.

La campagna ha l’obiettivo di diffondere informazioni di alta qualità e promuovere un approccio integrato alla gestione del problema, proponendo soluzioni e strumenti pratici utili nei luoghi di lavoro.

All’interno delle sezioni di sito EU – OSHA dedicate alla Campagna sono resi disponibili – e oggetto di continuo aggiornamento – :

  • Ricerche, schede e approfondimenti sui Dms e sulla correlazione con il lavoro, prevenzione e buone prassi.

Clicca qui – Spunti di conversazione in materia di DMS

  • Dimostrazioni pratiche relative a posture scorrette, lavoro ripetitivo, manipolazione carichi, postazioni di lavoro, vibrazioni, pause in 14 video – contributi di Napo

Clicca qui – Capire i disturbi muscolo-scheletrici

 

Fonte: EU – OSHA


Contattaci per avere maggiori informazioni

 

Photo credits: Eu – Osha

EU-OSHA, agenzia d'informazione dell'Unione europea nel campo della sicurezza e della salute sul lavoro, ha dedicato la campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2020–2022 alla prevenzione ...

> Read more

Covid-19: le ripercussioni su andamento infortunistico e mercato del lavoro

Il nuovo numero del periodico statistico Dati Inail è dedicato alle ricadute su economia, mercato del lavoro e andamento infortunistico della pandemia da Covid-19.

Infortuni inail dati

L’istantanea scattata dall’Istituto riporta una flessione del 25% per gli infortuni sul lavoro denunciati dall’inizio dell’anno al 15 giugno 2019, rispetto al medesimo intervallo nel 2019.

È evidente come l’effetto lockdown abbia inciso sulla netta riduzione delle denunce di infortunio: l’assenza di un elevato numero di lavoratori sul posto di lavoro per lo stop a molte attività in settori importanti per la nostra economia ha di fatto eliminato il rischio di infortunio.

A livello economico la sospensione delle attività ha condizionato in maniera più pesante le micro e piccole aziende, che rappresentano il 70% del totale delle chiusure.

I dati diffusi da Istat riportano che nel primo trimestre dell’anno il Pil abbia registrato una contrazione del 4,7%: nella fase di lockdown il 45% delle aziende ha interrotto la propria attività e non ha potuto riprenderla prima del 4 maggio.

Per quanto riguarda le infezioni sul lavoro da Covid-19 al 15 giugno le denunce di contagio sono state 49mila e 236 i decessi, concentrati in prevalenza tra i mesi di marzo e aprile.

Tre denunce su quattro hanno riguardato operatori sanitari: la percentuale più alta riguarda gli infermieri e a seguire operatori sociosanitari, medici e ausiliari ospedalieri.

A livello territoriale, le province più colpite risultano essere quelle di Milano, per gli infortuni in complesso – 10,8% di tutte le denunce di contagio sul lavoro da Covid-19 – e di Bergamo, per i decessi – 12,7% del totale dei decessi.

La Lombardia – con Milano, Brescia, Bergamo, Cremona – registra quattro tra le prime cinque province per numero di infezioni di origine professionale.

Fonte: INAIL


Contattaci per avere maggiori informazioni

Il nuovo numero del periodico statistico Dati Inail è dedicato alle ricadute su economia, mercato del lavoro e andamento infortunistico della pandemia da Covid-19. L’istantanea scattata...

> Read more

La certificazione del Protocollo Sicurezza anticontagio da COVID-19 ai fini dell’ottenimento del marchio anticovid

Un nuovo servizio in casa Contec AQS. Vediamo di cosa si tratta 

documenti approvati per il protocollo sicurezza contenimento covid

La gestione del rischio di infezione è diventata un fattore chiave per la continuità del business delle aziendeNello scenario post COVID-19 questa prospettiva sembra perdurare, pertanto le azioni di prevenzione e mitigazione dovranno rispondere a tutti i requisiti nazionali e internazionali del settore di riferimento. Tutte le aziende di qualsiasi settore e in qualsiasi parte del mondo sono chiamate a preparare e applicare prontamente protocolli specifici per prevenire la diffusione del virus COVID-19 per la sicurezza dei lavoratori e dei loro clienti. 

In tale scenario, Contec AQS ha studiato un servizio che supporta le aziende da un punto di vista di compliance normativa relativa al COVID-19 e il mantenimento della stessa nel tempo, dandone visibilità al mercato, con il rilascio di un marchio da parte di un ente certificatore accreditato che certifica il Protocollo Sicurezza del committente sulla base della normativa vigente, dà molta più visibilità al mercato. Tale marchio viene appunto rilasciato previa verifica di un ente certificatore, terzo ed imparziale. 

Approvare un protocollo, una procedura, una specifica tecnicasignifica dare prova a ciascuna parte interessata (clienti e lavoratori soprattutto) del rispetto da parte dell’azienda dei requisiti di legge, dell’adozione di tutte le soluzione/misure richieste per garantire la sicurezza dei lavoratori e dei clienti. 

E’ importante precisare che il marchio certifica la corrispondenza legislativa del Protocollo Sicurezza e NON è una certificazione di VIRUS FREE né una certificazione di verifica di attuazione o implementazione del Protocollo stesso. Tuttavia da questa attività derivano una serie di vantaggi da non sottovalutare in un mercato che deve ripartire e riprendere fiducia verso la corretta gestione della sicurezza di luoghi e persone. 


 Quali vantaggi: 

  • Certificare la conformità legale e normativa del Protocollo Sicurezza della società attraverso uno specifico marchio rilasciato dall’Ente Certificatore terzo ed imparziale  
  • Rassicurare i principali stakeholder sulle capacità dell’azienda rispetto alla gestione del rischio, in primis lavoratori e clienti 
  • Comunicare fiducia al mercato che si stanno gestendo le attività in sicurezza

Il servizio di Contec AQS si concretizza in tre fasi: 

Fase 1: verifica da parte di Contec AQS dei documenti tecnici richiesti dalla normativa  

Fase 2: approvazione del protocollo sicurezza con conseguente rilascio del Marchio da parte dell’Ente Certificatore 

Fase 3: verifiche periodiche dell’applicazione delle procedure definite nel Protocollo Sicurezza  

 Per ogni maggiore dettaglio sul servizio, contattaci per la tua consulenza personalizzata.


Per informazioni: 

Livia Manfredini 
345 9224353 
livia.manfredini@contecaqs.it 

Un nuovo servizio in casa Contec AQS. Vediamo di cosa si tratta  La gestione del rischio di infezione è diventata un fattore chiave per la continuità del business del...

> Read more

Formazione tecnica gratuita in webinar

Formazione tecnica gratuita in webinar

11 appuntamenti per la tua formazione tecnica con Contec AQS

gratuitamente e in live streaming

Registrati adesso

 

Partecipa al percorso formativo proposto da Contec AQS relativo alla sicurezza in azienda:

  • Docenti esperti
  • Formazione gratuita
  • Interazione e scambio di esperienze aziendali
  • Materiale didattico a disposizione

 


14 Luglio 2020
Dalle ore 14.30 alle ore 16.30

sicurezza covid nei cantieri

Sicurezza Cantieri e applicazione Protocollo COVID-19

Approfondimento sui sistemi di controllo e responsabilità

 

Il presente webinar approfondisce il tema della gestione della sicurezza nei cantieri focalizzando l’attenzione sul recente Protocollo Sicurezza cantieri COVID-19
dal punto di vista, tecnico, operativo e sanzionatorio con l’esperienza del Vig. Tecnica Ispettorato del lavoro di Mantova Francesco Gallo e i case history dei canteri Contec AQS.

Relatore: Francesco Gallo (Vig. Tecnica Ispettorato del lavoro) 

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it 

 


DESTINATARI

HSE, RSPP, Uffici tecnici, Datori di Lavoro, Delegati per la Sicurezza, Property Manager e Facility Manager.

 


 


2 Luglio 2020
Dalle ore 11.00 alle ore 12.00

evento in sala con cena

Gli Eventi post Covid-19

La ripartenza attraverso l’integrazione di procedure a normative già consolidate

 

Il Webinar “Gli Eventi post Covid-19” è rivolto a tutti gli esperti del settore e ha l’obiettivo di condividere con le figure coinvolte nell’organizzazione di un evento le attività svolte da Contec Aqs per la ripartenza e definire le prescrizioni generali da adottare, in ottemperanza all’evoluzione normativa per le misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da SARS-CoV-2

Relatore: Anna Campostrini (Tecnico Contec AQS) – Fabio Fila (RSPP Doc Servizi e Presidente STEA)

 

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it 

 


DESTINATARI

Organizzatori di eventi pubblici e privati, progettisti e imprese esecutrici, committenti privati o aziende, amministrazioni comunali, proloco e associazioni, gestori di siti di eventi o luoghi di culto, responsabili dei lavori e coordinatori della sicurezza

 


 

Se ti sei perso i nostri webinar contattaci per ricevere il materiale. Questa è la lista di quelli passati:

 


15 aprile 2020
Dalle ore 10.00 alle ore 12.00

FORNITORI ESTERNI IN AZIENDA E GESTIONE COMPLETA DELLA SICUREZZA

Opportunità, rischi e conformità legislativa

 

All’interno dei contesti aziendali periodicamente è necessario affiancare all’ordinaria attività produttiva l’opera di collaboratori esterni. La realizzazione di questi interventi comporta una ragionevole possibilità che, all’interno dell’area produttiva della committenza, impianti, macchine e personale dipendente siano sottoposti a specifici rischi connessi a questa nuova situazione.

Come gestire correttamente i lavori con interferenza? Quali documenti predisporre e quali documenti richiedere ai Fornitori? Quali gli strumenti a disposizione?

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 060 7423 enrico.urbani@contecaqs.itelisa.curreli@contecaqs.it

22 aprile 2020
Dalle ore 10.00 alle ore 12.00

LA GESTIONE DEL CANTIERE ALL’INTERNO DELL’AZIENDA-01

LA GESTIONE DEL CANTIERE ALL’INTERNO DELL’AZIENDA

Convivenza tra Titolo I e IV del D.Lgs. 81/2008

 

Quando le attività in appalto all’interno della azienda ricadono tra quelle configurabili come Cantiere temporaneo o mobile, la gestione della sicurezza degli interventi deve essere gestita secondo quanto prescritto nel Titolo IV. Lo scenario dell’intervento all’interno dell’azienda che produce deve essere modificato e gestito in modo da consentire in sicurezza le attività.

Quali sono le figure da coinvolgere e quali le responsabilità? Che requisiti devono avere le aziende e i vari soggetti coinvolti? Quali sono i documenti da analizzare e predisporre. E se il cantiere non rientra nel Titolo IV?

Relatore: Ing. Andrea Marchioro (Senior Consultant Contec AQS)

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 060 7423 enrico.urbani@contecaqs.itelisa.curreli@contecaqs.it

 


DESTINATARI

Responsabili ed Addetti del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP e ASPP), Preposti alla sicurezza sul lavoro, HSE Manager, Datori di Lavoro, Dirigenti della sicurezza, Operatori della logistica, Responsabili di magazzino.

 


ISCRIZIONI

La partecipazione ai corsi è gratuita ma limitata ad un numero massimo di partecipanti, per assicurare il corretto svolgimento dei corsi e permettere una migliore interazione tra gli utenti collegati.

 


27 Aprile 2020
Dalle ore 11.00 alle ore 12.00

PULIZIA E SANIFICAZIONE AL TEMPO DEL CORONAVIRUS:

ASPETTI ORGANIZZATIVI E DI SICUREZZA

Facciamo il punto a tutto tondo su un argomento di scottante attualità, in tempi di coronavirus. Le pulizie vanno inquadrate in un contesto aziendale completo, volto alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori senza dimenticarci anche degli aspetti ambientali, organizzativi e contrattuali. Verranno in particolare presi in esame i seguenti aspetti: quadro normativo e definizioni – pulizie vs sanificazioni; pulizie interne, pulizie esterne, pulizie degli impianti, aspetti organizzativi degli interventi – come organizzarle, che modalità scegliere in funzione dei rischi presenti o aggiunti,  frequenza, periodicità; come gestire gli aspetti di sicurezza – Dpi, segregazioni, prodotti, capitolato speciale, controlli e rilascio dichiarazioni corretta esecuzione; pulizie sono svolte dal personale interno – DVR, formazione, etc.

Relatori: Danilo Fabbri (Perito Chimico Contec AQS) – Ing. Luca Marani (RSPP e Tecnico Senior Contec AQS)- Federico Legori (Tecnico Formatore Contec AQS)

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it 

 


27 Aprile 2020
Dalle ore 15.00 alle ore 16.00

LA GESTIONE DEL RISCHIO E DEI PROTOCOLLI SANITARI AI TEMPI DEL COVID-19:

RIFLESSIONI SULLA LORO ESTENDIBILITÀ NEL TEMPO

 

Nel presente webinar verranno presi in esame i seguenti aspetti:

  • Il dibattito sulla necessità di aggiornare o meno il DVR: la differenza tra rischio generico e specifico;
  • La differenza tra DVR e POE (Piano Operativo di Emergenza);
  • Focus:
    1.  la misurazione della temperatura corporea, tra sicurezza, privacy e gestione dei terzi;
    2.  le prime indicazioni regionali sui protocolli sanitari previsti per il riavvio delle attività

Relatore: Avv. Francesca Masso – Avv. Luca Montemezzo (Studio Butti & Partners)

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it 

 


28 aprile 2020
Dalle ore 11.00 alle ore 12.00

COVID-19 FOR UK BUSINESSES

Guidance for businesses in staying open safely during coronavirus (COVID-19) and in providing advice to their staff on how to help prevent spread of COVID-19.

What to do if someone has symptoms of COVID-19 has been in business settings?

(IT: Guida alle aziende per operare in sicurezza durante il coronavirus (COVID-19) e nel fornire indicazioni al proprio personale per prevenire la diffusione di COVID-19.

Cosa fare se qualcuno ha sintomi di COVID-19 è stato in contesti aziendali?)

Il corso é tenuto in lingua inglese

 

Relatore: Raz Hussain (Local Consultant – Contec AQS)

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it 

 


28 aprile 2020
Dalle ore 15.00 alle ore 16.00

LE RESPONSABILITÀ CONNESSE AL CONTAGIO

Nel presente webinar verranno presi in esame i seguenti aspetti:

  • il concetto di “infortunio” collegato alla pandemia introdotto dal “Cura Italia”:
    1. la tutela INAIL e la gestione della pratica di infortunio;
    2. la responsabilità civile e l’onere della prova
    3. le polizze assicurative
  • le possibili fattispecie penali

Relatore: Avv. Francesca Masso – Avv. Luca Montemezzo (Studio Butti & Partners)

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it 

 


29 aprile 2020
Dalle ore 11.00 alle ore 12.00

EFFETTI SOCIO-LAVORATIVI DEL COVID 19:

INDICAZIONI PER LA SALVAGUARDIA DEL CLIMA AZIENDALE E DEL BENESSERE LAVORATIVO

Nel contesto di un’emergenza pandemica mondiale, che ha comportato gravi conseguenze sul complessivo sistema economico, si propone un’analisi dei differenti scenari e relative indicazioni di intervento per contenere la portata emotiva che, a prescindere da ruoli e funzioni all’interno dell’organizzazione, coinvolge tutti minando il complessivo clima aziendale. L’ambito di intervento è quello della psicologia del lavoro e delle organizzazioni, che disciplina comportamenti, emozioni, percezioni, relazioni nel contesto lavorativo, quali elementi imprescindibili per una ottimale produttività.

Relatore: Dott.ssa Cristina Castagna (Psicologo del lavoro e consulente aziendale per la sicurezza – Contec AQS)

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it 

 


29 aprile 2020
Dalle ore 15.00 alle ore 16.00

CRONOLOGIA DE LA PANADEMIA DEL CORONAVIRUS SARS-CoV-2 EN ESPAÑA

Cronologia della pandemia in Spagna, misure preventive e protocolli d’azione sui luoghi di lavoro

 

  • Que és el Coronavirus SARS-CoV-2 y el covid-19
  • Origen del virus
  • Evolución del covid-19 en el mundo y llegada y evolución en España
  • Reacción y toma de decisiones por parte del govierno español (ESTADO DE ALARMA Y CONFINAMIENTO)
  • Previsión del fin del estado de alarma y retorno escalonado a los lugares de trabajo por sectores (medidas preventivas y protocolos de actuación en los lugares de trabajo)

 

  • Che cosa è il Coronavirus SARS-Cov-2 e il covid-19
  • Origine del virus
  • Evoluzione del Covid-19 nel mondo e arrivo ed evoluzione in Spagna
  • Reazione e processo decisionale da parte del governo spagnolo (STATO DI ALLARME E CONFINAMENTO)
  • Previsione della fine dello stato d’allarme e ritorno scaglionato sui luoghi di lavoro per settore (misure preventive e protocolli d’azione sui luoghi di lavoro)

Il corso é tenuto in lingua spagnola

 

Relatore: Jordi Matavacas Roca (Local Consultant – Contec AQS)

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it 

 


30 Aprile 2020
Dalle ore 11.00 alle ore 12.00

COSTRUIRE COMPORTAMENTI SICURI

Al giorno d’oggi, ogni azienda può accedere al più avanzato “Know How”, alle attrezzature più innovative e alle migliori materie prime.

Basta comprarle.  Ma per ottimizzare i processi ed evitare gli infortuni, serve investire nelle risorse umane e i comportamenti dei lavoratori. Ottenere maggiore sicurezza, mantenendo produzione e qualità, è possibile.

Relatore: Dott. Marco Squaranti (Tecnico Formatore Contec AQS)

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it 

 


30 aprile 2020
Dalle ore 15.00 alle ore 16.00

FUNZIONAMENTO DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE DURANTE L’EMERGENZA SARS-COV2-19

Sul ruolo degli impianti di ventilazione e condizionamento dell’aria nella diffusione della pandemia da SARS2-CoV-19 c’è purtroppo molta confusione: si va dal fraintendimento classico di questo virus con la legionella, fino a vere e proprie informazioni false, quali improbabili trattamenti termici sull’aria o sulle batterie dei terminali per neutralizzare le cariche virali. Questo seminario vuole fare chiarezza, basandosi su evidenze scientifiche e sui principi di funzionamento degli impianti, su quelle che possono essere le possibili strategie per il funzionamento e la gestione di impianti e locali atte a ridurre il più possibile i rischi per i lavoratori. Non verranno trattati i temi degli impianti speciali e/o per strutture sanitarie.

Relatore: Prof. Ing. Filippo Busato (Direttore Tecnico Econ Energy – società Gruppo Contec)

Contattaci per maggiori informazioni:
+39 345 922 4353 – livia.manfredini@contecaqs.it

 

11 appuntamenti per la tua formazione tecnica con Contec AQS gratuitamente e in live streaming Registrati adesso   Partecipa al percorso formativo proposto da Contec AQS relativo ...

> Read more

Sicurezza sul lavoro nel settore del Real Estate

Nel settore del Real Estate, la pianificazione delle attività di Property e Facility  Management, non può prescindere da una corretta gestione degli adempimenti in materia di Sicurezza sul Lavoro (D. Lgs. 81/2008) a carico del Datore di Lavoro Committente.

 

Questo è ciò che sottolinea Massimiliano Gagliardi, Direttore d’Area di Contec AQS, in cui la normativa di riferimento della Sicurezza sul Lavoro D.Lgs. n.81/08 e i Protocolli della Sicurezza dettati dai recenti DPCM per il contrasto e contenimento per il COVID-19, impongono una gestione organizzata delle informazioni e degli adempimenti connessi con l’ausilio di strumenti informatici adeguati per monitorare scadenze normative e gestire in modo rapido ed efficace le informazioni necessarie per una corretta conduzione della gestione degli immobili. 

L’implementazione di una piattaforma informativa digitale di gestione immobiliare è l’approccio innovativo che Contec AQS ha presentato in questi ultimi anni all’IFMA Day, in cui l’approccio digitale va a supporto del Datore di Lavoro Committente per soddisfare i requisiti richiesti in materia di Sicurezza e in osservanza a quanto definito dal D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. 

Inoltre è bene precisare che sul tema Facility Management, spesso si fa riferimento esclusivamente alla gestione operativa dell’edificio: l’amministrazione del patrimonio edilizio, la gestione di spazi, i servizi e la manutenzione. In realtà, l’ambito di applicazione si amplia nel momento in cui si va a tenere conto degli obblighi di legge in capo ai  Datori di Lavoro, ai Delegati, ai Property e Facility Manager nella gestione dei luoghi di cui sono responsabili.

 

Qual è il sistema più efficace per il datore di lavoro per garantire l’assolvimento degli obblighi normativi e tutelarsi rispetto all’eventualità di questioni legali? 

Il D. Lgs. 81/2008 sull’idoneità dei luoghi di lavoro conferisce alle figure sopra indicate responsabilità in merito alla: 

  • certificazione dell’idoneità tecnica dei luoghi di lavoro 
  • certificazione dell’idoneità tecnica delle ditte esterne
  • gestione dell’informazione tecnica di spazi e prodotti per la tutela della sicurezza di lavoratori e delle ditte esterne

L’esperienza di questi anni nel settore della gestione immobiliare maturata da Contec AQS, è orientata principalmente all’assistenza ai Datori di Lavoro, Delegati e  Property&Facility Manager con la gestione trasversale delle seguenti macro tematiche: 

  • due diligence della documentazione tecnico/amministrativa degli immobili come il monitoraggio e aggiornamento dei Certificati di Prevenzione Incendi, la verifica e monitoraggio degli impianti e attrezzature come ad esempio la verifica di conformità degli impianti, verifica degli impianti di messa a terra, degli impianti a pressione, ascensori, montacarichi ecc… 
  • analisi e valutazione di rischi specifici come il tema Amianto con la nomina del Responsabile Amianto e del Piano di manutenzione e controllo Amianto, la gestione di eventuali Spazi Confinati come definito dal DPR 177/2011 e sua applicazione, l’analisi dei lavori in copertura e in facciata che possono esporre il personale a pericolo caduta dall’alto, gestione dei serbatoi interrati e valutazione dell’impatto acustico verso l’esterno ecc… 
  • gestione della sicurezza degli interventi manutentivi con la configurazione dei cantieri come definito dal Titolo IV del D.Lgs. n.81/08 e assunzione dei ruoli di legge come il Responsabile dei Lavori(RL), Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione(CSP) e Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione(CSE) o mediante la redazione del DUVRI come definito dall’art. 26 del D.Lgs. n.81/08 e s.m.i. 
  • vigilanza e verifica delle prescrizioni della sicurezza concordate tra Committente e Imprese e verifica dell’applicazione del Protocollo della Sicurezza per il contrasto e contenimento del covid-19. 

Punto di partenza è la conoscenza dell’immobile che si è chiamati a gestire, del suo stato e dei rischi ad esso connessi. Uno strumento, in questo senso, di valida e concreta utilità operativa è quello offerto da Contec AQS, che combina il servizio di raccolta e verifica di dati e documentazione con un sistema informativo digitale di conduzione immobiliare. 

Inoltre con le recenti prescrizioni per il contrasto e contenimento per il COVID-19, la redazione dei Protocolli Sicurezza e l’organizzazione necessaria per l’attività di vigilanza e rispetto delle prescrizioni stabilite per ciascun immobile da gestire, rappresentano un tassello fondamentale per garantire la tutela dei manutentori, degli utenti degli locali e per le responsabilità in capo a Datori di Lavoro, Delegati, Property e Facility Manager

Sul tema, Facility Management e la gestione della Sicurezza sul Lavoro nella manutenzione degli immobili, Contec AQS può contare sulle competenze del proprio staff a livello nazionale e sulle competenze delle società del Gruppo Contec, per adempiere in modo trasversale alle esigenze di natura tecnica riconducibili al settore del real estate e facility management. 

Da evidenziare in questo contesto alcune significative esperienze sulla gestione digitale delle informazioni tecniche legate all’attività di Building and Facility Management.  

La disponibilità di una struttura di dati unica, consolidata in un modello BIM, con riferimento ai prodotti tecnici in uso nella specifica realtà oggetto di gestione, rende esplicitabili e reperibili nel modello gli attributi prestazionali richiesti per la marcatura CE dei prodotti (obbligatoria) e la specifica norma di riferimento cui questi si riferiscono. Inoltre è possibile georeferenziare gli oggetti con la propria scheda tecnica di uso e manutenzione e relativi certificati di conformità. 

Anche la documentazione tecnico-amministrativa obbligatoria riferita sia all’immobile (certificato di agibilità, il certificato di prevenzioni incendi, il fascicolo dell’opera, ecc.), che alle imprese chiamate ad intervenire ai sensi del Titolo I o Titolo IV del D. Lgs. 81/08 (Idoneità Tecnico Professionale, POS, DURC, ecc.) può essere inclusa nell’unica struttura di dati

Il modello informativo può essere liberamente visualizzato ed interrogato grazie all’interoperabilità del formato IFC e all’utilizzo di software open-source. 

La soluzione descritta costituisce un archivio centralizzato, efficace strumento di organizzazione dell’informazione che permette al datore di lavoro di aumentare la sua fascia di tutela. 

Il modello BIM unitario, con i suoi riferimenti associati, dovrebbe insomma costituire l’archivio completo dell’informazione tecnico amministrativa dell’immobile, andando a costituire con il proprio aggiornamento in continuo la struttura fondamentale di supporto per la gestione conforme dello spazio. 

Non sembrano esserci molti dubbi sul fatto che un sistema di questa completezza se ben amministrato, pur non avendo valore esimente, costituisca comunque una tutela ampia per il datore di lavoro e per l’utilizzatore dell’immobile.

 

Fonte: Contec AQS – Area Real Estate


Contattaci per avere maggiori informazioni

Nel settore del Real Estate, la pianificazione delle attività di Property e Facility  Management, non può prescindere da una corretta gestione degli adempimenti in materia di Sicurez...

> Read more

Formazione salute e sicurezza: le regole per la ripresa dei corsi in aula

Il DPCM 11 giugno 2020 ha escluso dalla sospensione delle attività didattiche i corsi di formazione in materia di salute e sicurezza, a condizione che siano rispettate le misure di prevenzione descritte da Inail nel “Documento tecnico per la possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione

 

Nello stesso DPCM 11 giugno 2020, all’allegato 9, sono riportate le linee operative per la ripresa delle attività di formazione professionale:

  • Predisposizione di adeguata informazione sulle misure di prevenzione adottate, comprensibile anche per gli utenti di altra nazionalità
  • Rilevazione della temperatura corporea, impedendo l’accesso all’aula in caso di temperatura > 37,5 °C
  • Disponibilità di prodotti igienizzanti per l’igiene delle mani per utenti e personale
  • Tenuta dell’elenco dei soggetti che hanno partecipato alle attività per un periodo di 14 giorni, per consentire alle strutture sanitarie competenti di individuare eventuali contatti
  • Organizzazione delle attività, dove possibile, in gruppi il più possibile omogenei (es. utenti frequentanti il medesimo intervento; utenti della stessa azienda)
  • Utilizzo di spazi esterni, dove possibile, per le esercitazioni pratiche
  • Organizzazione degli spazi destinati in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti oppure utilizzando barriere fisiche adeguate a prevenire il contagio
  • Utilizzo per tutti gli utenti (docenti, discenti, tutor d’aula ecc.), della mascherina a protezione delle vie respiratorie per tutta la durata delle attività e frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti. Nelle attività pratiche dovranno essere utilizzati, se previsti, gli ordinari dispositivi di protezione individuale associati ai rischi della singola attività.
  • Pulizia e disinfezione degli ambienti, in ogni caso al termine di ogni attività di un gruppo di utenti, con particolare attenzione alle superfici più frequentemente toccate, ai servizi igienici e alle parti comuni (es. aree ristoro, tastiere dei distributori automatici di bevande e snack)
  • Pulizia e disinfezione di eventuali strumenti o attrezzature ad ogni cambio di utente; in ogni caso andrà garantita una adeguata disinfezione ad ogni fine giornata. Qualora la specifica attività o attrezzatura preveda l’utilizzo frequente e condiviso da parte di più soggetti, sarà necessario procedere alla pulizia e disinfezione frequente delle mani o dei guanti.
  • Ricambio d’aria negli ambienti interni. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. In ogni caso vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e/o attraverso l’impianto, e va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati. Se tecnicamente possibile, va aumentata la capacità filtrante del ricircolo, sostituendo i filtri esistenti con filtri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l’estrattore d’aria.

 

Fonte: Gazzetta Ufficiale


Contattaci per avere maggiori informazioni

Il DPCM 11 giugno 2020 ha escluso dalla sospensione delle attività didattiche i corsi di formazione in materia di salute e sicurezza, a condizione che siano rispettate le misure di prevenz...

> Read more

Qualità dell’aria e Lockdown: studi sugli effetti delle misure restrittive nel bacino padano

L’esperienza drammatica e dolorosa del lockdown nazionale, necessario per il contenimento della diffusione dell’epidemia COVID-19, ha determinato condizioni di studio ambientale uniche, che hanno consentito di valutare dal vivo gli effetti sull’ambiente del blocco di interi settori della società.

Nell’ambito del progetto europeo LIFE+ PrepAIR, che coinvolge le Agenzie di protezione ambientale del Nord Italia per difendere la qualità dell’aria nella zona del Bacino del Po, sono stati realizzati studi che hanno analizzato i dati e le informazioni nei tre mesi di blocco: variazioni nella mobilità, livelli di inquinamento atmosferico, riduzione delle emissioni degli inquinanti, variabilità del meteo.


Sono disponibili le pubblicazioni di:

ARPA FVG – Effetti sulla matrice ambientale ARIA delle azioni di contenimento del COVID-19

ARPA VENETO – Effetti del lockdown durante l’emergenza COVID-19 in Veneto


I dati dello studio preliminare sono stati presentati attraverso una diretta Youtube di Life Prepair – disponibile qui – lo Studio preliminare degli effetti delle misure COVID-19 sulle emissioni in atmosfera e sulla qualità dell’aria nel Bacino Padano.

 

Quanto emerge dall’analisi è che la riduzione strutturale e sistematica dell’inquinamento atmosferico non possa avvenire agendo solamente su uno o pochi settori produttivi, anche in maniera drastica, come è avvenuto in durante il lockdown.

Una riduzione efficace ha bisogno di un’azione coordinata su tutte le tipologie di sorgenti di inquinanti e richiede di rivedere i modelli di sviluppo con un orientamento più marcato alla sostenibilità, basato su nuove e migliori tecnologie e scelte individuali più consapevoli

 

Fonte:  Life PrepAIRARPA FVGARPA VENETO


Contattaci per avere maggiori informazioni

Photo Credit: lcd2020

L’esperienza drammatica e dolorosa del lockdown nazionale, necessario per il contenimento della diffusione dell’epidemia COVID-19, ha determinato condizioni di studio ambientale uniche,...

> Read more

Formazione tecnica a distanza

Formazione tecnica a distanza

Nuovi appuntamenti per la tua formazione tecnica con Contec AQS in live streaming.

Registrati adesso

 

Partecipa al percorso formativo proposto da Contec AQS relativo alla sicurezza in azienda:

  • Docenti esperti
  • Formazione tecnica su argomenti mirati
  • Interazione e scambio di esperienze aziendali
  • Materiale didattico a disposizione

Se non hai seguito i precedenti puoi trovarli nella pagina eventi e scriverci per avere accesso alle registrazioni.

 

Ecco i prossimi appuntamenti:


30 giugno 2020
Dalle ore 14.30 alle ore 17.30

Corso formazione tecnica in videoconferenza

Amianto, questo sconosciuto 

prezzo: € 60 + iva

Il corso ha l’obiettivo di illustrare i diversi aspetti sulla tematica amianto e dare indicazioni utili a tutti coloro che hanno a che fare questa fibra pericolosa. Partendo dalle sue origini , verranno presi in esame i rischi e le patologie asbesto correlate. Inoltre, si analizzeranno i metodi di rimozione e smaltimento. 

  • Amianto: Cos’è? dalle origini ai giorni nostri
  • Tipi di amianto, caratteristiche e dimensioni, produzione.
  • Impieghi, provenienza e lavorazione
  • Amianto: perché è un problema ?
  • I rischi da caduta
  • Le patologie
  • Degrado dei materiali e dispersione in ambiente
  • Norme di riferimento
  • Obblighi dei proprietari di immobili con presenza di amianto – adempimenti
  • Protocollo valutazione stato di conservazione
  • Tecniche di manutenzione, confinamento, rimozione
  • La gestione amianto nei cantieri – norme di riferimento ed esempi
  • Utilizzo dei DPI nelle attività di rimozione
  • Metodi di campionamento: cenni

 

Docente: Ing. Roberto De Nard – Senior Consultant Contec AQS

 

 


DESTINATARI

Responsabili ed Addetti del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP e ASPP), Preposti alla sicurezza sul lavoro, HSE Manager, Datori di Lavoro, Dirigenti della sicurezza, Operatori della logistica, Responsabili di magazzino.

 

ISCRIZIONI

La partecipazione ai corsi è limitata ad un numero massimo di partecipanti per assicurare il corretto svolgimento dei corsi e permettere una migliore interazione tra gli utenti collegati.

Il corso sarà confermato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. Qualora il numero minimo di partecipanti non si raggiungesse, potrà essere riprogrammato. In tal caso, verrà mantenuto l’importo già versato per l’iscrizione alla nuova edizione. Nell’impossibilità a partecipare alla data riprogrammata, il cliente avrà diritto al rimborso di quanto versato. Per procedere a registrazione seguire i link sopra indicato.

 

CONTATTI

Enrico Urbani

+39 345 060 7423

enrico.urbani@contecaqs.it

Livia Manfredini

+39 345 922 4353

livia.manfredini@contecaqs.it

Photo Credits: gutsal via Freepik

 

Nuovi appuntamenti per la tua formazione tecnica con Contec AQS in live streaming. Registrati adesso   Partecipa al percorso formativo proposto da Contec AQS relativo alla sicurezza...

> Read more
VISUALIZZA NEWS MENO RECENTI

Iscriviti a Unica - News Tecnica Contec

Autorizzo il trattamento dei dati personali