Infortuni e malattie professionali: i dati Inail presentano un primo quadro del 2019 - Contec AQS

Infortuni e malattie professionali: i dati Inail presentano un primo quadro del 2019

Infortuni inail dati

La prima lettura dei dati raccolti mensilmente da Inail nel corso del 2019 profila una certa stabilità nell’andamento infortunistico, una riduzione del 3,9% dei casi mortali e un aumento di denunce relative a malattie professionali

È di recente pubblicazione, ad opera della Consulenza statistico attuariale di Inail, il documento di riepilogo dei dati provvisori di infortuni sul lavoro e malattie professionali rilevati al 31 dicembre 2019.

L’analisi fornisce un quadro ancora provvisorio perché costruita su dati non consolidati, ovvero le denunce pervenute a Inail ma non il loro corso amministrativo. Per i dati definitivi sarà necessario attendere fino alla Relazione annuale del presidente di metà anno.


Infortuni denuciati


Dal documento emerge un numero complessivo di infortuni pari a 641.638 – in crescita dello 0,1% rispetto al 2018: di questi i casi mortali sono stati 1.089 (44 in meno del 2018).  1.725 denunce per patologie lavoro-correlate in più rispetto ai 12 mesi precedenti, per un complessivo di 61.310.

A livello nazionale si registra un incremento del 2,5% sui casi avvenuti “in itinere”– tragitto di andata e ritorno tra abitazione e luogo di lavoro – che superano le centomila denunce.

A livello regionale si registrano aumenti percentuali maggiori in Sardegna, Basilicata e Umbria, mentre scendono Molise, Valle d’Aosta e Piemonte.


Infortuni mortali


Per i casi mortali, invece, la riduzione delle denunce riguarda in prevalenza gli incidenti “in itinere”. Questo dato va letto alla luce del fatto che nel 2018 sono stati registrati 24 incidenti plurimi con 82 vittime, quasi il doppio dei 44 lavoratori deceduti nei 19 incidenti plurimi avvenuti nel 2019.


Malattie professionali


Per quanto riguarda infine le denunce di malattie professionali cresce il settore Industria e Servizi che registra quasi cinquantamila denunce – pari a un +4,1%.

L’aumento ha riguardato in prevalenza il Sud (+2,9%) e le Isole (+11,1%), mentre nel Nord-Ovest si è registrato invece un calo dell’1,4%.

Confermato anche per il 2019 il dato relativo alle prime tre patologie lavoro-correlate denunciate: malattie del sistema osteo-muscolare e del tessuto connettivo, malattie del sistema nervoso e malattie dell’orecchio.

Scarica il documento ANDAMENTO DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI

Fonte: Inail

 


Contattaci per maggiori informazioni