Formazione - Contec AQS

Formazione

Convegno di Igiene Industriale | 26-29 marzo 2019 Corvara

Convegno Igiene Industriale 2019 AIDII

Convegno di Igiene Industriale | 25esima edizione dell’evento AIDII

 

Sono aperte le iscrizioni al Convegno di igiene industriale, tre giornate organizzate dalla Sezione Triveneto di AIDII – Associazione Italiana Degli Igienisti Industriali – a Corvara per i prossimi 27-29 marzo 2019.

I temi al centro dell’interesse di questa 25esima edizione sono stati divisi in diverse sessioni:

  • Igiene industriale e ambientale: agenti chimici e agenti fisici
  • Acqua e terra: impatto dell’agricoltura e delle attività di consumo sull’ambiente di vita
  • Aria: impatto delle sostanze pericolose e cancerogene sulla qualità dell’ambiente di lavoro e di vita
  • RLS e promozione della salute
  • La prevenzione alla luce dei cambiamenti nel mondo del lavoro e dell’invecchiamento della popolazione

in cui ai alterneranno momenti di interventi tecnici a dibatti e confronti.

Obiettivo dell’evento, così come motore di tutte le attività organizzate da AIDII, è quello di promuovere la cultura della prevenzione e le tematiche della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro, attraverso il dialogo reciproco e lo scambio di conoscenze e di esperienze.

 

È previsto riconoscimento di crediti ECM per diverse figure professionali: Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei Luoghi di Lavoro, Medico del lavoro e Legale, Medico Veterinario, Biologo, Chimico, Fisico, Tecnico sanitario di laboratorio biomedico.

 

Per riservarsi un posto è possibile iscriversi dal sito AIDII cliccando qui

 

Convegno Igiene Industriale 2019 AIDII

 

Convegno di Igiene Industriale | 25esima edizione dell'evento AIDII   Sono aperte le iscrizioni al Convegno di igiene industriale, tre giornate organizzate dalla Sezione Triveneto d...

> Read more

VI edizione Premio Imprese per la sicurezza – Candidature aperte

VI edizione Premio Imprese per la sicurezza – Confindustria e Inail premiano le buone pratiche in tema salute e sicurezza dei lavoratori

Confindustria ed INAIL, con il supporto tecnico di APQI (Associazione Premio Qualità Italia) ed Accredia (Ente Italiano di Accreditamento), hanno lanciato il “Premio Imprese per la sicurezza“.

Il riconoscimento, nato nel 2011 e oggi alla VI edizione, ha l’obiettivo di contribuire al processo di diffusione della cultura della sicurezza, attraverso la promozione e la valorizzazione di attività e buone prassi in tutto il sistema produttivo italiano, e dimostrare che il vantaggio competitivo può essere raggiunto anche attraverso la gestione della sicurezza.

Il premio viene assegnato alle aziende che si distinguono per l’impegno e i risultati conseguiti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ma ciascuna delle partecipanti può ottenere un report di check up della propria situazione sicurezza, evidenziando il posizionamento rispetto alle altre realtà partecipanti e aree di forza e punti di miglioramento in caso di selezione tra i finalisti.

> Chi può partecipare e come?

Al “Premio imprese per la sicurezza” possono candidarsi tutte le imprese produttrici di beni e servizi, anche non iscritte a Confindustria, con riferimento a stabilimenti con sede in Italia.

Per partecipare al Premio è necessario registrarsi, compilare ed inviare i questionari disponibili qui entro il 18 marzo 2019, ore 14.

Dopo la prima fase di selezione vengono individuate le aziende migliori, cui viene chiesto di stendere una application guidata e descrittiva degli approcci utilizzati.

L’ultima fase prevede il coinvolgimento con visite approfondite in loco da parte di un team di valutatori esperti di Confindustria, INAIL, APQI e Accredia.

> Quali sono i premi?

Le categorie di premi previste sono suddivise per tipologia di rischio – alto o medio basso – e per dimensione aziendale (tre fasce: fino a 50 dipendenti; da 51 a 250 dipendenti; oltre 250 dipendenti).

I premi sono onorificenze simboliche, assegnate a ciascuna categoria in funzione del punteggio ottenuto:

  • Award
  • Prize

Sono riconosciute con menzione anche quelle realtà che hanno sviluppato progetti specifici sulla formazione/informazione dei lavoratori, la gestione degli appalti/subappalti o altri progetti innovativi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

> Quali benefici per la partecipazione?

La partecipazione al “Premio Imprese per la sicurezza” rappresenta un’opportunità di misurare i propri impegni in tema di sicurezza, dando visibilità alle migliori pratiche e alle procedure orientate all’incremento dei livelli di sicurezza all’interno delle aziende, stimolando la competitività e lo sviluppo del sistema Paese.

Le aziende finaliste al “Premio Imprese per la sicurezza” potranno inoltre richiedere una riduzione del tasso di premio INAIL (oscillazione per prevenzione) compilando l’apposito modello disponibile al sito www.inail.it

 

Fonte: Confindustria | Inail  | Accredia

 

VI edizione Premio Imprese per la sicurezza - Confindustria e Inail premiano le buone pratiche in tema salute e sicurezza dei lavoratori Confindustria ed INAIL, con il supporto tecnico di...

> Read more

Seminario – Gestione operativa e digitale del cantiere all’interno dei siti produttivi e dei luoghi di lavoro


SEMINARIO GRATUITO

21 febbraio 2019 dalle ore 13:30 alle ore 18:00

Hotel Da Vinci – Milano


Seminario Gestione cantieri siti produttivi

Contec AQS, Contec Ingegneria e Contec Industry organizzano:

Gestione operativa e digitale del cantiere

all’interno dei siti produttivi e dei luoghi di lavoro


Convivenza tra Titolo I e IV del D.Lgs. 81/2008

negli interventi di manutenzione edilizia e messa a norma di macchine, linee e impianti


Il seminario ha l’obiettivo di approfondire le conoscenze in merito a una corretta gestione dei lavori con interferenza nei casi di installazioni, manutenzioni (Titolo I) e opere edili (Titolo IV). Il tema sarà analizzato seguendo tutte le fasi del processo: nella progettazione del cantiere (attraverso l’approccio innovativo del BIM), durante la sua realizzazione (coordinamento sicurezza) fino alle attività di manutenzione e messa a norma, oltre alla vigilanza e agli accertamenti ispettivi.

Gli interventi saranno arricchiti dalla presentazione di case history e testimonianze aziendali.

 

REGISTRATI QUI

 
INFORMAZIONI

Contec AQS

Livia Manfredini
Cell. 345 9224353
e-mail: livia.manfredini@contecaqs.it

Enrico Urbani
Cell. 345 0607423
e-mail: enrico.urbani@contecaqs.it

Maria Giovanna Verdesca
Tel. 045 4729854
e-mail: mariagiovanna.verdesca@contecaqs.it

Contec Industry
Federico Fabris
Cell. 3480072925
e-mail: federico.fabris@contecindustry.it

 

 

SEMINARIO GRATUITO 21 febbraio 2019 dalle ore 13:30 alle ore 18:00 Hotel Da Vinci - Milano Contec AQS, Contec Ingegneria e Contec Industry organizzano: Gestione operativa e digit...

> Read more

La gestione della sicurezza dei lavoratori all’estero – Seminario 27 novembre

gestione sicurezza lavoratori estero

La gestione della sicurezza dei lavoratori all’estero

Punti di attenzione e regole di esperienza per una corretta gestione della sicurezza del proprio personale operante all’estero


SEMINARIO

Crediti FCO

Martedì 27 novembre 2018 | ore 10- 13

Sala Conferenze SHR | Via Rismondo 2/E, 35131 Padova


gestione sicurezza lavoratori all’estero


La gestione della sicurezza dei lavoratori all’estero richiede la stesura di specifiche procedure che definiscano chiaramente ruoli e responsabilità in capo ai vari soggetti coinvolti (lavoratore, Medico competente, SPP, Ufficio Risorse Umane) in tutte le fasi del viaggio: dalle attività di pianificazione, alle attività in loco, al rientro e al comportamento in caso di emergenza.

 

Le misure descritte consentono di stabilire le linee guida per garantire il rispetto delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro, sulla base dell’analisi di quelli che sono i rischi specifici connessi alle attività svolte all’estero (ambientali, logistici, socio-politici, biologici) e dell’adeguata formazione prevista per il personale viaggiante.


SEMINARIO

Crediti FCO

Martedì 27 novembre 2018 | ore 10- 13

Sala Conferenze SHR | Via Rismondo 2/E, 35131 Padova


CONTENUTI
  • Lavoratore all’estero: gli strumenti della trasferta e del distacco
  • Gestione della sicurezza all’estero: le procedure da adottare, le previsioni da inserire nel DVR, l’obbligo di formazione. Cosa dice la giurisprudenza
  • Rischi connessi alla sicurezza del lavoratore all’estero in particolare nei paesi considerati pericolosi: il rischio sanitario (il ruolo del medico competente, la gestione delle vaccinazioni, le misure da adottare), il rischio ambientale

RELATORI

ELISA PAVANELLO | Avvocato e Consulente Legale – Spolverato e Soci
LORENZO BARALDO | Direttore Area Tecnica Contec AQS

 

Iscriviti qui

 


INFORMAZIONI

Contec AQS

Ufficio eventi
Tel. 045 4729854
e-mail: eventi@contecaqs.it

La gestione della sicurezza dei lavoratori all’estero Punti di attenzione e regole di esperienza per una corretta gestione della sicurezza del proprio personale operante all'estero SE...

> Read more

Sicurezza, conformità normativa e innovazione nel magazzino 4.0


CONVEGNO GRATUITO CON CREDITI RSPP – ASPP

25 settembre 2018 dalle ore 08:30 alle ore 13:00

CROWNE PLAZA PADOVA – Uscita A4 Padova Ovest

Seminario Sicurezza Magazzini Padova crediti RSPPSicurezza, conformità normativa e innovazione

nel magazzino 4.0


PER ISCRIVERTI CLICCA QUI

 

L’obiettivo del seminario è quello di approfondire le conoscenze necessarie a una corretta gestione della sicurezza dei lavoratori all’interno dei magazzini.

Partendo dalla conformità normativa fino allo sviluppo di innovazioni in ottica Industria 4.0, gli interventi saranno completati dalla presentazione di numerosi case history ed esperienze aziendali.

testimonianze - Seminario Sicurezza Magazzini Padova crediti RSPP

LE TESTIMONIANZE

ll seminario sarà arricchito dalle testimonianze di:

Avv. Elisa Pavanello
Socio e Direttore della Divisione Consulenza
Studio Spolverato Barillari & Partners

Stefano Rossignoli
Responsabile Ufficio Tecnico Supermercati Tosano


I TEMI
  • Il magazzino come luogo di lavoro: rischi presenti e normativa tecnica applicabile
  • La valutazione dei rischi del manutentore interno del magazzino e l’eventuale appalto esterno per la manutenzione
  • Il corretto approccio per l’acquisto e la messa in servizio sicura di un magazzino automatico
  • La tecnologia RFID quale innovazione del ciclo di approvvigionamento nel magazzino 4.0

I RELATORI

Lorenzo Baraldo Direttore d’Area Tecnica Contec AQS
Luca Reppele Direttore Tecnico Contec Industry
Giovanni Aurea Key Account Manager Würth Industria

 


CONVEGNO GRATUITO CON CREDITI RSPP – ASPP

25 settembre 2018 dalle ore 08:30 alle ore 13:00

CROWNE PLAZA PADOVA – Uscita A4 Padova Ovest

 

PER ISCRIVERTI CLICCA QUI

 

INFORMAZIONI

Contec AQS
Enrico Urbani
Cell. 345 0607423
e-mail: enrico.urbani@contecaqs.it

Livia Manfredini
Cell. 345 9224353
e-mail: livia.manfredini@contecaqs.it

Maria Giovanna Verdesca
Tel. 045 4729854
e-mail: mariagiovanna.verdesca@contecaqs.it

Contec Industry
Federico Fabris
Cell. 3480072925
e-mail: federico.fabris@contecindustry.it

CONVEGNO GRATUITO CON CREDITI RSPP - ASPP 25 settembre 2018 dalle ore 08:30 alle ore 13:00 CROWNE PLAZA PADOVA - Uscita A4 Padova Ovest Sicurezza, conformità normativa e innovazione ...

> Read more

La valutazione dei rischi in azienda nel contesto dell’invecchiamento

La valutazione dei rischi in azienda nel contesto dell’invecchiamento della popolazione lavorativa pone ai servizi di prevenzione e protezione aziendali delle nuove sfide.
 
 
Convegno di studio e approfondimento a PADOVA, giovedì 25 maggio – dalle 14.30 alle 17.30 Via Po, 197 – c/o Crowne Plaza

 

Per maggiori informazioni e partecipare al convegno cliccare QUI
 
 

E’ possibile aggiornare i modelli di valutazione dei rischi in modo tale da considerare il fattore invecchiamento?

E’ possibile individuare le misure di prevenzione e protezione da adottare per mantenere e migliorare le condizioni di sicurezza in relazione al contesto dell’invecchiamento della forza lavoro?

Nell’ambito della Campagna europea “Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età” Contec AQS – Gruppo Contec ha operato come partner scientifico di AIFOS e Ferrero Mangimi sul tema della valutazione dei rischi in azienda nel contesto dell’invecchiamento.
La ricerca di Contec AQS ha condotto all’individuazione di un indicatore, ARAIAge Risk Assessment Index ®, attraverso il quale eseguire una valutazione numerica della nuova tipologia di rischio: la valutazione del rischio pesata in relazione all’età. Attraverso l’utilizzo di ARAIAge Risk Assessment Index ®, il servizio di prevenzione e protezione aziendale sarà ora in grado di dare adeguate informazioni al DDL nel definire la priorità degli interventi per la salute e sicurezza dei lavoratori ad ogni età.

 

ARAI - Age Risk Assessment Index_La valutazione dei rischi in azienda nel contesto dell’invecchiamento           programma-ambienti-di-lavoro-sani-e-sicuri-ad-ogni-età_La valutazione dei rischi in azienda nel contesto dell’invecchiamento

 

L’attività svolta rappresenta un primo esempio di buona prassi per l’adozione di un modello di valutazione dei rischi aziendali, in relazione al contesto di invecchiamento della forza lavoro.
Il caso applicativo di Ferrero Mangimi, riepilogato nell’infografica che segue, mette in evidenza: il problema dell’invecchiamento della popolazione dal quale si è partiti, gli obiettivi posti a monte della ricerca, il metodo impiegato, le misure di prevenzione e protezione individuate e i benefici attesi dall’adozione delle stesse.

infografica-case-study-ferrero-mangimi_La valutazione dei rischi in azienda nel contesto dell’invecchiamento

L’adozione del modello ha dunque reso possibile definire nuovi rischi emergenti, o l’accentuazione di rischi esistenti, in riferimento all’età del lavoratore per i quali adottare specifiche misure di prevenzione.
Ciò non sarebbe stato possibile solo con l’impiego del tradizionale metodo di valutazione del rischio.

 

 

Tecnici che hanno partecipato al progetto

 

Lorenzo Baraldo

Direttore di Area per Contec AQS, ha partecipato alla definizione dell’algoritmo sul quale si basa il metodo ARAI permettendo così di sperimentare una matrice di calcolo del rischio: un rischio che ad oggi sembra basso tra 5, 10 o 20 anni potrebbe non esserlo più, sia per la differente situazione fisica degli addetti, che per la loro “abitudine” a fare certe procedure.

Da oltre 15 anni opera negli ambienti produttivi industriali, della GDO e dei servizi come responsabile e consulente.

Docente di Sicurezza nell’Industria Manifatturiera nel corso di Laurea Ingegneria della Sicurezza Civile e Industriale e di Rischio Meccanico nel corso di laurea in Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro presso Università degli Studi di Padova. Lead Auditor OHSAS 18001, e RSPP per tutti i codici Ateco.

 

Alessandro Faccio

Direttore di Area per Contec AQS, nell’ambito del progetto si è occupato della promozione e della realizzazione della buona prassi che ha permesso di adottare il nuovo modello per la valutazione dei rischi aziendali in relazione al contesto dell’invecchiamento della forza lavoro cambiando la percezione del rischio stesso prevedendo un’ottica olistica attraverso la quale ARAI è efficiente, utile e valido nel tempo.

Da oltre 15 anni opera negli ambienti produttivi industriali e nei cantieri aziendali e infrastrutturali, abilitato al ruolo di CSP e CSE. Lead Auditor OHSAS 18001 e RSPP. Formatore.

 

Luca Magagnato

Tecnico della prevenzione per Contec AQS, abilitato RSPP e docente formatore. Nel contesto del lavoro di ricerca svolto per la tesi di laurea La valutazione dei rischi in riferimento all’età: strumenti per la verifica della corretta applicazione dell’Art. 28 del D.Lgs. 81/80, ha partecipato allo sviluppo delle linee guida e della definizione del metodo ARAI.

 

La valutazione dei rischi in azienda nel contesto dell’invecchiamento della popolazione lavorativa pone ai servizi di prevenzione e protezione aziendali delle nuove sfide.     ...

> Read more

ISO 39001 standard sicurezza stradale – Mobilità e gestione del rischio stradale

Lunedì 3 aprile 2017, dalle ore 14.30 alle ore 17.30 c/o Palazzo CSMT, Università degli Studi di Brescia – Via Branze, 45 Brescia

ISO 39001 standard sicurezza stradale è la norma internazionale che specifica quali sono i requisiti per il sistema di gestione in sicurezza del traffico stradale (RTS – Road traffic safety). Attraverso l’acquisizione di questo standard, è possibile interagire con il sistema del traffico stradale e ridurre così gli incidenti stradali anche gravi.

ISO 39001 standard sicurezza stradale

Per maggiori informazioni e partecipare al convegno cliccare QUI

 

Nel 2012 è stata pubblicata la ISO 39001:2012 “Road traffic safety (RTS) management systems”, un sistema di gestione standard per la sicurezza stradale il cui scopo principale è migliorare la sicurezza riducendo il numero di decessi e feriti gravi negli incidenti. Tale sistema è indicato per le aziende e organizzazioni – pubbliche o private – ad elevato impatto stradale. In particolare, si annoverano tre gruppi di attività influenti:

  • trasporto di merci e persone su strada (operatori dei veicoli);
  • progettazione, realizzazione, costruzione, gestione, mantenimento della rete viaria;
  • generazione di domanda di traffico stradale (grandi eventi, centri con elevati afflussi di utenza).

 

L’applicazione di tale sistema di gestione standard da parte delle organizzazioni caratterizzate da un rilevante impatto stradale potrebbe essere un metodo per la prevenzione degli infortuni in itinere e nella circolazione stradale in occasione di lavoro.

La caratteristica innovativa più rilevante della norma ISO 39001 standard sicurezza stradale è rappresentata dalle conseguenze sociali che comporta l’implementazione del Sistema RTS.

Ciò non giova solo all’organizzazione che applica la norma, ma anche a terzi. È infatti possibile riconoscere nel sistema di gestione per la sicurezza stradale un metodo per affrontare e prevenire gli infortuni in itinere e su circolazione stradale durante il lavoro.

Inoltre, l’applicazione della norma, avendo come obiettivo il miglioramento della sicurezza stradale tramite la riduzione del numero di decessi e feriti gravi negli incidenti, comporta un beneficio in termini di sicurezza anche nei confronti dell’utenza stradale “locale” di cui fanno parte anche lavoratori di aziende terze in transito in occasione di lavoro: il beneficio, dunque, coinvolge una realtà più ampia dei soli dipendenti di un’organizzazione.

Di riflesso, con l’applicazione di tale norma risulterebbero in parte tutelati anche altri lavoratori, estranei ma contingenti all’azienda certificata.

Immaginando un’ottica più ampia in cui la maggior parte delle realtà lavorative con elevato impatto stradale applicano i “Road traffic safety (RTS) management systems”, si può supporre un effetto di “Herd Immunity” per cui anche chi non applica il sistema di gestione standard per la sicurezza stradale risulta tutelato: come la vaccinazione della maggior parte della popolazione protegge dal contagio anche la percentuale non vaccinata, in modo analogo se molte aziende applicano la ISO 39001 standard sicurezza stradale, si avrà un generale miglioramento della sicurezza stradale per cui diminuirà il rischio dell’utenza di essere coinvolta in incidenti stradali.

Ragionando con questa ipotesi, l’applicazione della norma da parte di molte realtà lavorative porterebbe ad un risultato finale in termini di miglioramento della sicurezza stradale anche a livello sociale e non soltanto per i lavoratori. Di fatto, l’applicazione del Sistema di Gestione per la Sicurezza Stradale può rappresentare un intervento di Sanità Pubblica al fine di prevenire gli incidenti il cui beneficio sarebbe a favore di tutti i cittadini.

 

 

Sistemi di Gestione  Contec AQS

 

09-01-2014 Tangenziale Esterna ottiene la prima certificazione ISO 39001 sulla Sicurezza Stradale in Italia

 

Progettazione e realizzazione con il sistema di gestione per la sicurezza stradale, Articolo estratto da U&C n.10 – nov/dic 2015

Lunedì 3 aprile 2017, dalle ore 14.30 alle ore 17.30 c/o Palazzo CSMT, Università degli Studi di Brescia - Via Branze, 45 Brescia ISO 39001 standard sicurezza stradale è la norma internaz...

> Read more

Sicurezza in cantiere da Brunelleschi al coordinatore

Sicurezza in cantiere da Brunelleschi al coordinatore – 20 anni dall’entrata in vigore del D.Lgs. 494.

 

Venerdì 24 marzo 2017 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso la Sala Blu dell’Educatorio “Il Fuligno”, a Firenze, si terrà il convegno che vedrà, dopo i saluti delle istituzioni, una serie di interventi che prendendo spunto dal titolo attraverseranno la storia passando per l’anno europeo per la sicurezza sul lavoro (1992) alle best practice sul suolo nazionale.

Per maggiori informazioni e partecipare al convegno cliccare QUI

 

Sicurezza in cantiere da Brunelleschi al coordinatore PROGRAMMA

 ⇒  Salute e sicurezza in cantiere
 ⇒  Servizi di ingegneria

 

 

Perché Brunelleschi viene considerato il precursore del D.Lgs. 494?

Brunelleschi è il primo nella storia dell’edilizia che parla di gestione di cantiere e organizza tutti gli aspetti del cantiere con estrema attenzione, compresi quelli riguardanti la gestione e la sicurezza del lavoro degli operai.

A Santa Maria del Fiore, deve gestire un cantiere che, sviluppato da un’altezza di 55 metri circa, è potenzialmente ad alto rischio infortuni. Per ovviare al problema introduce una nuova metodologia nella direzione del cantiere: assume personalmente la direzione del cantiere e definisce l’organizzazione totale della costruzione. Brunelleschi non è solamente l’ideatore e il progettista ma anche il coordinatore in fase di progettazione e realizzazione, assumendo di fatto tutta la direzione del cantiere.

Nel redigere il progetto architettonico con cronoprogramma prevede tutte le disposizioni impartite per la costruzione e le modalità di realizzazione. Redige anche una lista di accortezze per preservare la sicurezza degli operai precedendo di più di 200 anni il Piano Sicurezza e Coordinamento (PSC) oggi previsto dalla normativa sulla sicurezza D.Lgs. 81 del 2008 e correttivo D.Lgs.106 2009.

 Ai fini pratici del garantire la sicurezza in cantiere degli operai (più di 300) sul cantiere, Brunelleschi utilizza alcuni espedienti innovativi come l’impiego di ponteggi sospesi, parapetti e imbracature di sicurezza per i muratori.

L’attenzione alla sicurezza è evidente anche da particolari divieti come quello di scendere dalla Cupola più di una volta al giorno, il divieto di trasportare attrezzi o pasti e l’obbligo di diluire il vino dei lavoratori con un terzo d’acqua pena una multa salata.

Sicurezza in cantiere da Brunelleschi al coordinatore - 20 anni dall'entrata in vigore del D.Lgs. 494.   Venerdì 24 marzo 2017 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso la Sala Blu dell...

> Read more

Consulenza al Facility management nelle strutture sanitarie e socio sanitarie

Bilfinger Sielv Facility Management Srl, filiale con sede a Venezia della tedesca Bilfinger HSG Facility Management GmbH, è specializzata nell’offrire soluzioni per la gestione degli immobili e delle proprietà industriali.

L’azienda ha rinnovato a Contec AQS l’incarico di Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione nell’ambito dell’appalto di manutenzione ordinaria e straordinaria dei fabbricati della Azienda Ospedaliera di Padova, IOV ed ULSS 16.

Inoltre Contec AQS ha l’incarico da parte di Bilfinger e di Cofely – Engie,  di assicurare la formazione per la sicurezza di tutti i lavoratori impegnati nell’appalto

• sicurezza generale e specifica per lavoratori e preposti
corso antincendio, corsi per addetti alle attrezzature (carrelli elevatori, PLE, ecc)
corso per addetti ai lavori in quota e dpi di III categoria
corso per addetti agli spazi confinati
corso per addetti alla manutenzione delle Cabine Elettriche secondo Norma CEI 0-15
corso lavori elettrici PES (Persona Esperta) e PAV (Persona Avvertita) secondo Norma CEI 11-27:2014

 

Il Gruppo Contec si pone verso il settore ospedaliero e sanitario come interlocutore unico, fornendo una vasta gamma di servizi.

Realizzazione dell’Ospedale Policlinico di Borgo Roma e il Blocco per apparecchiature di risonanza magnetica presso il Policlinico di Borgo Roma – Verona (contec ingegneria).

Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione – Ospedale Niguarda Ca’ Granda di MIlano, Ospedale Magalini di Villafranca di Verona, Ospedale di Udine.

Assunzione del ruoli quali ASPP, Addetto ambientale e Controllo Qualità – Azienda Ospedaliera “Santa Maria degli Angeli” Ospedale di San Vito al Tagliamento, Ospedale di Cittadella e Camposampiero.

Consulenza alle strutture sanitarie e socio sanitarie e all’attivazione di tavoli interdisciplinari permanenti (legale-informatico-amministrativo) per analizzare le novità normative.

 

Bilfinger Sielv Facility Management Srl, filiale con sede a Venezia della tedesca Bilfinger HSG Facility Management GmbH, è specializzata nell’offrire soluzioni per la gestione degli immob...

> Read more

Serenissima Ristorazione rinnova la collaborazione con AQS

Contec AQS e Serenissima Ristorazione S.p.A. rinnovano la loro collaborazione per gli anni 2016 e 2017. Anche per questo biennio Contec AQS sarà impegnata nella fornitura dei servizi relativi alla consulenza su tutte le tematiche relative alla Sicurezza e Salute del lavoro in azienda in conformità del Sistema Aziendale SGSL OHSAS 18001 con assunzione dell’incarico di RSPP e ASPP  e nell’Organizzazione e gestione della formazione ed informazione obbligatoria dei lavoratori aziendali secondo quanto previsto dall’accordo Stato Regioni del 21/12/2011.

Serenissima Ristorazione

Il Gruppo Serenissima Ristorazione è oggi una delle realtà italiane più importanti nel campo della ristorazione commerciale e collettiva, con una produzione di 30 milioni di pasti annui, 13 società collegate, più 7.000 dipendenti fra Italia ed estero e un fatturato consolidato di oltre 280 milioni di Euro.

Contec AQS e Serenissima Ristorazione S.p.A. rinnovano la loro collaborazione per gli anni 2016 e 2017. Anche per questo biennio Contec AQS sarà impegnata nella fornitura dei servizi relativ...

> Read more

Iscriviti a Unica - News Tecnica Contec

Autorizzo il trattamento dei dati personali