Valutazione dei Rischi e Invecchiamento della Forza Lavoro - Contec AQS

Valutazione dei Rischi e Invecchiamento della Forza Lavoro

I fattori di rischio possono essere identificati e misurati in modelli il cui oggetto viene definito dall’articolo 28 del Testo Unico D.lgs. 81/2008 laddove, al comma 1, si fa riferimento all’obbligo indelegabile del Datore di lavoro alla valutazione di tutti i rischi, compresi quelli dell’età le cui modalità vengono invece identificate nell’articolo successivo.

 

Scarica l’approfondimento cliccando QUI

 

Tuttavia nella redazione dei documenti di valutazione dei rischi le caratteristiche della forza lavoro (lavoro femminile, invecchiamento della popolazione lavorativa, lavoratori immigrati, ecc.) rendono necessaria una diversificazione nella definizione delle classi legate ad uno specifico rischio.

In particolare l’età, in riferimento sia alle caratteristiche fisiche ma anche all’esperienza e alla formazione, diventa un fattore rilevante nella redazione di questo documento.
L’impatto che questi fattori avranno riguarda il complesso dell’azienda, certamente non il solo Servizio Prevenzione e Prevenzione Il coinvolgimento, ad esempio, della funzione Risorse Umane
è indispensabile per prevenire situazioni difficilmente gestibili in futuro.

 

Valutazione dei Rischi e Invecchiamento della Forza Lavoro_AQS

 

Per fronteggiare tali problematiche vi possono essere interventi e soluzioni sia a livello individuale (migliore capacità funzionale, maggiori livelli di salute) sia a livello di impresa (organizzazione del lavoro, reclutamento), sia a livello di società (supporto alle persone che invecchiano, pensionamento dolce).

Il mantenimento di una capacità di lavoro accettabile può essere considerata in relazione a buone condizioni di salute e professionali, sostenute da condizioni di lavoro soddisfacenti dal punto di vita ambientale e relazionale, nonchè da corretti stili di vita personali.

Ciò si traduce in una migliore qualità della vita, una maggiore produttività, nonché un più soddisfacente godimento del periodo di pensionamento, con conseguenti minori costi sanitari e sociali sia per l’individuo sia per la collettività.

Per far questo occorre eliminare o contenere tutti quei fattori di rischio che concorrono ad accelerare o aggravare il fisiologico processo di invecchiamento e che agiscono lungo tutto il corso della vita della persona, sia in relazione agli stili comportamentali, sia in funzione delle condizioni di lavoro.

Contec AQS a questo riguardo ha svolto un’attività di ricerca, realizzata all’interno della campagna europea “Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età” per la Valutazione dei Rischi e Invecchiamento della Forza Lavoro.

ARAI® è il cuore del nuovo metodo di valutazione dei rischi, risultato della ricerca che ha già visto applicazioni concrete.

arai_logo_contec aqs.jpg

 

Scarica l’approfondimento cliccando QUI

 

Per un confronto tecnico scrivi a lineadiretta.afaccio@contecaqs.it

 

A cura di Alessandro Faccio

Alessandro-Faccio-Contec-AQS-Valutazione dei Rischi e Invecchiamento della Forza Lavoro

Direttore di Area per Contec AQS, nell’ambito del progetto si è occupato della promozione e della realizzazione della buona prassi che ha permesso di adottare il nuovo modello per la valutazione dei rischi aziendali in relazione al contesto dell’invecchiamento della forza lavoro cambiando la percezione del rischio stesso prevedendo un’ottica olistica attraverso la quale ARAI® è efficiente, utile e valido nel tempo.
Da oltre 15 anni opera negli ambienti produttivi industriali e nei cantieri aziendali e infrastrutturali, abilitato al ruolo di CSP e CSE.
Lead Auditor OHSAS 18001 e RSPP e Formatore.

 

 

Iscriviti alla newsletter

Autorizzo il trattamento dei dati personali